it
Evviva Picasso!

Evviva Picasso!

L’attività espositiva del Museo Diotti riprende nel segno di Picasso; il titolo della mostra è ripreso da un articolo scritto dal pittore casalasco Mario Beltrami nel 1949, dopo che lo stesso aveva visitato una mostra dell’artista spagnolo tenutasi alla Galleria del Milione a Milano. Non senza ironia, Beltrami intitolò il suo pezzo Evviva Picasso! Oggi lo capiscono tutti!: era un segnale dell’enorme successo, mondano oltre che artistico, che Picasso stava riscuotendo a tutti i livelli. Anche negli angoli più sperduti della provincia italiana il nome Picasso divenne dalla metà degli anni Cinquanta sinonimo di modernità, di energia rivoluzionaria, di coscienza morale, di spregiudicatezza e di anticonformismo, di vitalità e libertà nella vita e nell’arte.

Tenendo conto di tutte le anime del “picassismo”, nonché dei periodi diversi dell’artista, forieri di varie e talora opposte tendenze, la mostra del Museo Diotti intende offrire un piccolo ma significativo spaccato di questo fenomeno così vasto e sfaccettato. Saranno esposte opere legate alla prima formazione o, talvolta, alla piena maturità di pittori e scultori in qualche modo legati al Museo Diotti e al territorio: Adone Asinari, Vincenzo Balena, Luisa Bellini, Domenico Cantatore, Mino Ceretti, Armando Chitolina, Sereno Cordani, Chiara Federici, Martino Fiorattini, Vittorio Magnani, Fabrizio Merisi, Goliardo Padova, Giuliano Pescaroli, Ercole Priori e Bepi Romagnoni.

Opere non tutte – beninteso – ascrivibili a una diretta influenza o suggestione picassiana, talvolta più orientate a matrici cézanniane o di un cubismo alla Braque e alla Juan Gris, o ancora a influenze primitiviste, espressioniste o dada-surrealiste, ma informate comunque a quei principi formali ed espressivi, a quella sperimentazione tecnica (il collage e il rilievo polimaterico) che scaturirono sorgivamente dalle invenzioni di Pablo Picasso.

Programmazione

February 27, 2016 - April 3, 2016

Come raggiungerci

Via Aldo Formis, 17 - 26041 Casalmaggiore (CR)